L’Umbria è una tra le più piccole regioni d’Italia ed è situata nel cuore dello stivale, al confine con Marche, Toscana e Lazio. Pur non essendo bagnata dal mare, questa terra è ricchissima di paesaggi incontaminati fatti di colline, monti, valli, laghi e cascate. Le città umbre e gli antichi borghi offrono al turista varie opportunità per trascorrere vacanze o brevi soggiorni in qualsiasi stagione dell’anno, all’insegna della storia, dell’arte, della spiritualità e del buon cibo.

 

Paesaggio

umbriaAttraversare l’Umbria è un’esperienza fantastica. Il territorio è prevalentemente montuoso e collinare, si possono infatti ammirare verdi colline costellate di viti ed ulivi e la catena appenninica, che qui comprende i Monti Sibillini e il Monte Subasio (1290m s.l.m), sui cui crinali si susseguono le città di Assisi, Spello, Foligno e Spoleto. Grandi anche i solchi vallivi, come la Valle Umbra, la valle del Tevere, le conche di Norcia, Gubbio, Terni e Gualdo Tadino, che regalano al turista suggestivi scenari. Numerosi i parchi naturali concentrati prevalentemente tra le provincie di Perugia e Terni, nati a tutela di queste bellezze paesaggistiche. Ne sono un esempio il Parco del Monte Subasio, del Monte Cucco, del Lago Trasimeno ed il Parco fluviale del Tevere.

 

Acque dell’Umbria

L’Umbria è la regione del Lago Trasimeno, quarto tra i laghi italiani per estensione. Con un tour in traghetto potrai visitare le sue tre isole: l’isola Polvese, che oggi appartiene al Parco Regionale del Trasimeno; l’isola Maggiore, l’unica abitata e l’isola Minore, privata e non visitabile. Sul lago si affacciano varie località come Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno, per citare le più conosciute. Le Cascate delle Marmore vicino Terni sono ritenute tra le più belle d’Europa. Immerse in una vegetazione rigogliosa, si tuffano nel fiume Nera con un salto spettacolare di 165 metri e costituiscono una tappa irrinunciabile per gli sportivi amanti di canoa, kayak e non solo. Nell’area di Todi e Orvieto sorge il Parco fluviale del Tevere, disseminato di ruderi e reperti d’epoca umbra, etrusca e romana, in cui prospera una rigogliosa vegetazione. Per gli amanti dello sport, il parco si presta a molte attività: trekking, equitazione, cicloturismo, canoa e canottaggio. Una tappa meritevole seppur abbastanza breve quella presso le Fonti del Clitunno, il parco che custodisce le sorgenti dell’omonimo fiume. Le acque sorgive sotterranee fuoriescono attraverso fenditure rocciose ed alimentano un laghetto popolato da pesci di varie specie, cigni ed anatre. Passeggiando tutt’intorno al lago potrai ammirare una flora spettacolare e colori delle acque sorprendenti, dal turchese al verde smeraldo, dal giallo all’azzurro.

 

Le città dell’Umbria: alcuni nomi

Perugia è il capoluogo della regione ed è ricca di cose da vedere: chiese, monumenti, musei e aree archeologiche. Divenuta famosa per il cioccolato, ogni anno in Autunno è sede di Eurochocolate: il festival del cioccolato che si tiene nelle vie del centro storico. Assisi è ritenuta una delle città più antiche e intrise di storia dell’intera penisola. E’ conosciuta in tutto il mondo per aver dato i natali a San Francesco, patrono d’Italia, e a Santa Chiara. A metà strada tra Perugia ed Assisi si trova Foligno, particolarmente piacevole da visitare oltre che per la sua bellezza, per la sua posizione in una zona pianeggiante. Spoleto è un antichissimo centro e con le sue caratteristiche stradine conserva ancora oggi l’aspetto di un borgo medievale, sebbene gli influssi dell’epoca romana restano evidenti. Suggestiva la passeggiata lungo il Ponte delle Torri, lungo 236 metri ed alto circa 90.
Spello e Bevagna sono due piccoli borghi arroccati ai piedi delle montagne e tra le loro vie potrai respirare una pura aria medievale e assaggiare gli antichi sapori. Un’altra irrinunciabile sosta nel tuo viaggio attraverso l’Umbria è Gubbio, centro medievale di rara bellezza, in cui tornerai indietro di migliaia di anni e vivrai il passare del tempo, dall’insediamento romano, passando per l’epoca medievale fino a quella rinascimentale, che si gode appieno visitando il Palazzo Ducale che domina la città.
Arroccata su una collina, Todi è una città medievale che domina la valle del Tevere ed è nota come la ‘città più vivibile del mondo’. In provincia di Terni sorge Orvieto, celebre per il suo magnifico Duomo, per i palazzi e i vicoli medievali.

 

Antichi sapori

Partendo dal capoluogo, il viaggio attraverso le ghiottonerie della cucina umbra procede alla rovescia, ossia dal dolce: Perugia si è infatti affermata nella produzione del cioccolato, ancora oggi una delle artigianalità che rendono nota questa regione. La cucina umbra non disdegna inoltre arditi accostamenti tra il cacao e altri ingredienti, per esempio gli spaghetti o il liquore nelle preparazioni casalinghe. Oppure come viene servita anche in Toscana, polenta con cacao e cinghiale, assolutamente da provare!
Di ben più antica tradizione, l’uso del prezioso tartufo: bianco nella val Tiberina, a Orvieto, Gubbio e nell’Eugubino-Gualdese; nero a Norcia e a Spoleto. Nella stessa Norcia, la lavorazione della carne di maiale è stata e rimane una vera arte.
Accanto al maiale, la carne per eccellenza, trionfano piccioni, oche, anatre, pecore, agnelli, e la ricca selvaggina tra cui le prelibate palombacce. Saporiti salumi da mangiare con il pane sciapo si assaporano ovunque, mentre alla Valnerina spetta il primato di un prosciutto stagionato ancora preparato a mano. Altri prodotti di queste terre apprezzati in tutt’Italia e all’estero sono l’olio d’oliva ed i vini pregiati bianchi e rossi, tra cui l’Assisi Grechetto e il Sagrantino di Montefalco.

 

Per vivere al meglio il soggiorno in Umbria ed immergerti completamente nella realtà di questa terra, il mio consiglio è scegliere tra queste tre ville, dotate di ogni comfort.
Pronto a partire?

Casale San Francesco - Assisi (PG)

Casale San Francesco – Assisi (PG)

Scopri di più

Villa Erica -Todi (PG)

Villa Erica – Todi (PG)

Scopri di più

Villa Seba - Perugia (PG)

Villa Seba – Perugia (PG)

Scopri di più