Capisco che è arrivato l’autunno quando in giro per le piazze si incontrano i primi venditori di castagne e la gente che passeggia felice con il suo cartoccio fumante. Ottobre fino ai primi di Novembre è il periodo perfetto per un’escursione nei boschi a raccogliere le castagne. Non è semplice quanto comprarle, ma sarà un vero spasso immergersi fra i colori dell’autunno e i profumi del sottobosco.

Dove?

Scegli una zona boschiva collinare o montana fino a 900-1000 metri. Potrebbe andare bene anche il bosco dietro casa, ma devi assicurarti che non sia una riserva o una coltivazione privata. Se hai dei dubbi, chiedi al comune di riferimento.
castagne

Quali?

castagneSembra scontato ma non lo è affatto! Non tutte le castagne sono buone da mangiare. Cominciamo dalla base: riconoscere il castagno. Devi osservarne le foglie, lunghe e dai bordi seghettati. Nei rami e a terra devi vedere i classici ricci spinosi. Ricorda, se sono caduti è ancora meglio, significa che sono maturi al punto giusto! Per aprire il riccio quando è chiuso basta fare una leggera pressione con un bastone. Non cercare di staccarlo dai rami, se non è caduto significa che le castagne non sono ancora pronte. Quelle buone sono sode con un colore uniforme, mentre puoi scartare i frutti più molli e soffici. Non metterti però a fare la selezione accurata sul posto, cerca di aiutarti col tatto, poi arrivato a casa controllerai meglio tutto. Infine, è bene chiarire una volta per tutte la differenza tra castagne e marroni, che pur essendo due varietà dello stesso frutto hanno caratteristiche molto differenti: le prime vengono da alberi selvatici, i secondi da castagni coltivati. Le castagne sono più piccole, piatte da un lato e tonde dall’altro. I marroni, invece, di dimensioni più grandi, sono simili ad un piccolo cuore e sono i più apprezzati per il sapore.

Quante?

Se non vuoi rischiare multe, devi attenerti al limite consentito di 2 kg al giorno per persona 😉
castagne

Come?

Parti dalla scelta dell’abbigliamento, come pantaloni lunghi, una giacca impermeabile e scarponcini con suola a carroarmato. Il rischio di scivolare sulle foglie bagnate è altissimo…io ne so qualcosa 😉 Non dimenticare dei guanti robusti o raccogliere i ricci sarà una vera tortura! Per trasportare le castagne ti serviranno ceste di vimini o sacchi di iuta per permettere ai frutti di respirare.
castagne

Non ti resta che invitare qualche amico, sedervi tutti insieme magari attorno ad un caminetto acceso e sorseggiare del buon vino novello assieme alle castagne!
castagne
Per vivere al meglio il tuo soggiorno ed immergerti completamente nella realtà di queste terre, il mio consiglio è scegliere tra queste tre ville, dotate di ogni comfort.
Pronto a partire?

Villa Nobile - Fano (PU)

Villa Nobile – Fano (PU)

Scopri di più

Villa Serafia- San Clemente (RN)

Villa Serafia – San Clemente (RN)

Scopri di più

Villa Erica - Todi (PG)

Villa Erica – Todi (PG)

Scopri di più